Il questore di Latina ha emesso 4 provvedimenti di daspo nei confronti di tre tifosi del Latina Calcio ed uno dell’Avellino.

I provvedimenti sono stati adottati a seguito dei fatti accaduti durante l’incontro tra il Latina Calcio 1932 e l’U.S: Avellino 1912, valevole per il campionato di “Lega Pro Girone C” del 6 gennaio scorso.

In quell’occasione, prima del fischio d’inizio, erano stati esplosi diversi petardi all’esterno dell’impianto e in seguito, durante la partita, erano stati accesi alcuni fumogeni sia nella curva locale che nel settore ospiti. Per due dei tifosi coinvolti, uno del Latina Calcio e l’altro dell’Avellino, è stato emesso un daspo della durata di un anno per aver acceso fumogeni all’interno dell’impianto sportivo, mentre nei confronti di un altro tifoso del Latina Calcio è stato emesso un daspo della durata di due anni per aver tentato di scardinare, con il volto travisato, il cancello che separa gli spalti dal campo di gioco.

L’ultimo provvedimento, il più afflittivo, è stato emesso nei confronti di un altro tifoso del Latina Calcio, già sottoposto a daspo emesso dalla questura di Pescara e ancora in atto, per l’accensione di un petardo all’esterno dello stadio prima dell’inizio della partita. Nei suoi confronti, oltre al deferimento all’Autorità Giudiziaria, è scattato un ulteriore daspo questa volta della durata di cinque anni e con obbligo di presentazione presso gli Uffici di Polizia durante le partite del Latina Calcio.