Così il maestro di Taekwondo sul suo atleta qualificatosi per la Coppa Italia in programma a Roma il 2 ed il 3 giugno.