Oggi, 29 aprile, è la Giornata Internazionale della Danza, e il Centro Studi Danza “Olympia” non poteva celebrarlo meglio di così: festeggiando tutti i riconoscimenti vinti nel corso dell’ultima edizione del prestigioso Don’t Stop Dance Competition.

La realtà tersicorea operativa a Mirabella Eclano, fondata e diretta da Valeria Lanzara insieme a M.Rosaria Carifano, è infatti tornata a braccia colme dalla tre giorni di workshop e concorsi che si tiene ogni anno tra Salerno e Mercato San Severino, organizzata dall’ex ballerino di Amici Gabriele Manzo e alla quale partecipano maestri ospiti di fama internazionale.

Ben due i primi posti nelle categorie coreografiche, concorrendo in entrambe le sezioni con la disciplina della danza contemporanea e le coreografie di Valeria Lanzara: Passo a due con “Undone” (per le allieve Giulia Kaya Iannella e Ludovica Altavilla) e Gruppo Young con “Ta meta” (per le allieve Katrin Calò, Martina Graziosi, Rosa Cerbone, Giulia D’Isola, Sarah Buonaurio, Alena Sarno, Giulia Kaya Iannella, Simona Minichiello e Ludovica Altavilla).

Ma la soddisfazione maggiore è arrivata dall’assegnazione, da parte della qualificata giuria di professionisti, di tantissime borse di studio che hanno premiato il talento di singole allieve o dell’intero gruppo, fornendo loro importanti opportunità di studio in tutta Europa. Tutte le allieve sono state ammesse al campus internazionale IDEC Malta 2025 con una borsa di studio del valore del 50%, ma anche a tantissime altre manifestazioni, come: Riviera D’Ulisse in Danza di Gaeta 2024, Salerno Danza D’Amare 2024, Amo la Danza2024 (Bari), Flava Camp 2024 (Scalea – CS), Palermo in Danza 2024, Stabia Summer Dance 2024, Malafemmina Napoli 2025, Get Funky – Format Itinerante, 360° Hip Hop Intensive – Salerno 2025.

Inoltre, uniche tra gli oltre 100 partecipanti, le allieve del Centro Studi Danza Olympia sono state selezionate per il progetto fotografico “Street Soul” con la coreografia dancehall di Valeria Lanzara “Heart Attack”.

Tanti anche i riconoscimenti singoli: borsa di studio al 100% per Martina Graziosi e Katrin Calò, e al 50% per Ludovica Altavilla e Giulia Kaya Iannella, per lo Stabia Summer Dance 2024; al 50% per Martina Graziosi, Ludovica Altavilla e Giulia Kaya Iannella per l’IDEC Malta; al 20% per Simona Minichiello su prossimo corso di formazione Education Heels.

Infine, per Ludovica Altavilla che ha partecipato allo stage nei giorni precedenti alla competizione, sono arrivate anche delle altre opportunità in quanto danzatrice notata dagli insegnanti che hanno tenuto le lezioni, con delle borse di studio per l’Arenile Dance Festival e la Winter Dance 2024 diretta da Maria Zaffino.

«Per chi studia un disciplina con serietà e rigore è essenziale prendere parte ad iniziative come questa. Sono necessari il confronto, la conoscenza del livello del contesto e gli stimoli che provengono dagli artisti migliori di noi; inoltre la sana competizione è sempre utile. Tutto questo, naturalmente, va inserito all’interno della cornice principale: avere una passione grande che va coltivata raggiungendo di volta in volta dei piccoli obiettivi che ci si è posti – commenta Lanzara – Inoltre questi momenti sono fondamentali per la crescita di un gruppo. La danza vive il pregiudizio di essere una disciplina individualistica, ma poter condividere la felicità di certi risultati è un collante fortissimo per la squadra che ha lavorato per raggiungerli: il team di insegnati della scuola ma, soprattutto, le danzatrici tra di loro. In questo modo tutte sviluppano l’ambizione di voler raggiungere mete sempre maggiori, senza inquinare i rapporti da una rivalità inutile, perché imparano il valore del sostenersi a vicenda».